TOT meets VISA e guarda al futuro dei servizi fintech a valore aggiunto per microimprese e liberi professionisti

 TOT meets VISA e guarda al futuro dei servizi fintech a valore aggiunto per microimprese e liberi professionisti

Al Salone dei Pagamenti, il 3 novembre, Doris Messina, CEO e Co- Founder di Tot, interverrà al panel Il futuro dei pagamenti digitali per PA e PMI per portare al mercato la visione futura sui servizi finanziari a valore aggiunto per liberi professionisti, microimprese ed esercizi commerciali, costruita anche sulla base di un’importante partnership con Visa.

Tot, piattaforma fintech di banking, porterà i suoi servizi sul mercato a partire dall’inizio del prossimo anno, con l’obiettivo di digitalizzare e semplificare la gestione bancaria, finanziaria ed economica delle imprese, affiancando alle più evolute funzioni di incasso e pagamento, strumenti di pianificazione e gestione finanziaria. Grazie all’accordo con Visa, Tot lancerà inoltre nuove soluzioni basate sulle carte Visa Business Credit dedicate alle imprese, caratterizzate da un plafond dinamico e costruite intorno alle effettive esigenze di liquidità delle imprese.

Visa, dal canto suo, metterà a disposizione i propri servizi e il network globale per supportare l’evoluzione dei pagamenti delle imprese italiane che aderiranno alle soluzioni Tot. La partnership con Visa è un ulteriore passo avanti nel percorso della neonata fintech per contribuire attraverso l’innovazione all’evoluzione di un segmento di mercato fondamentale per il tessuto economico italiano – quali sono le microimprese, ma ancora sotto-servito in termini di soluzioni semplici, efficienti e digitali, concepite per rispondere ai loro reali bisogni. Una carenza di offerta e quindi una scarsa digitalizzazione che, secondo diversi studi e osservatori, è concausa della bassa produttività che ha caratterizzato l’Italia nell’ultimo decennio.

L’innovativo approccio di Tot alla semplificazione delle attività finanziarie delle piccole aziende, insieme all’impegno costante di Visa nel sostenere la digitalizzazione delle PMI sono gli ingredienti alla base di questa partnership, che conferma la forza e unicità del progetto della neonata Fintech.

Doris Messina, CEO e Co-Founder di Tot, commenta: “Con la presenza al Salone dei Pagamenti desideriamo dare un’anticipazione di quello che sarà il futuro della gestione bancaria, finanziaria ed economica di microimprese e liberi professionisti. Grazie alla partnership con Visa, che crede fermamente nel valore dell’innovazione a sostegno della crescita anche delle più piccole imprese, abbiamo l’ambizione di offrire strumenti di pagamento evoluti, sicuri e digitali e rispondere concretamente alle esigenze di un segmento di mercato che ancora oggi risulta sotto-servito dagli istituti finanziari tradizionali”.

“In Europa, le PMI costituiscono la spina dorsale dell’economia e rappresentano i due terzi dei posti di lavoro nel settore privato – commenta Luca Moroni, Head of Visa Business Solutions Sud Europa. “Stanno quindi giocando un ruolo fondamentale nel percorso di ripresa economica dell’Europa e la loro capacità di abbracciare e integrare le tecnologie digitali non è mai stata così importante. Visa è costantemente impegnata nel sostenere la digitalizzazione delle imprese nell’aiutarle a comprendere i benefici offerti dalle nuove tecnologie di pagamento. Siamo pertanto lieti di questa partnership con Tot per offrire nuove soluzioni di pagamento dedicate a imprese ed esercenti per digitalizzare e ottimizzare i processi aziendali, riducendo i costi ed incrementando di conseguenza la competitività”.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO:

Tot offrirà un conto e servizi digitali di banking, fatturazione, credito e pagamenti facendo leva su una user experience di alto livello semplice e intuitiva, tipica di una challenger bank. Il progetto prevede la creazione

di una suite tecnologica per accompagnare l’imprenditore e il libero professionista nelle diverse fasi della gestione del proprio business, mantenendolo allo stesso tempo connesso in maniera digitale con i commercialisti, la banca, i clienti e i fornitori.

Digiqole ad

Articoli correlati