Gli aiuti alle famiglie per gestire la crisi arrivano in forma digitalizzata

L’emergenza sanitaria ha prodotto gravi conseguenze sul piano economico e sociale. Diventa quindi essenziale trovare delle misure efficaci e tempestive. Uno scenario in cui la tecnologia potrebbe rappresentare una risorsa strategica. Ne è prova Soldo, società fintech specializzata nello spend management, che ha messo a disposizione la sua piattaforma per la gestione dei flussi di pagamento per autorità locali e Ong alle prese con la distribuzione di aiuti ai cittadini più fragili.

Si tratta di un’opportunità estesa, attualmente, all’intero Vecchio Continente. Soldo Care è una smart card di pagamento che può essere utilizzata da subito presso qualsiasi esercente che accetti pagamenti del circuito MasterCard.

La soluzione di Soldo Care è stata già scelta dal Comune di Milano per la distribuzione dei buoni spesa stanziati nell’ambito del fondo di solidarietà stanziato dal Governo per sostenere le persone colpite dalla crisi e rimaste senza lavoro. Ma sono 21 in tutto le autorità locali italiane che hanno adottato la carta, portando a oltre 20mila le famiglie che finora hanno ricevuto assistenza digitale tramite Soldo Care.

«In questo momento la priorità è quella di rendere disponibile la soluzione più efficiente per far arrivare la risorse al posto giusto nel momento giusto – commenta Carlo Gualandri, Ceo e fondatore di Soldo -: noi abbiamo già una soluzione in cui tutta l’intelligenza è centralizzata mentre tutta la standardizzazione e la personalizzazione è periferica, nelle aziende o negli enti che oggi assistiamo con questa nuova soluzione riadattata».

Articoli correlati