Nasce il piano d’azione di Sephora per combattere la discriminazione razziale nell’industria del retail

 Nasce il piano d’azione di Sephora per combattere la discriminazione razziale nell’industria del retail

Il 13 gennaio è stato annunciato il nuovo piano d’azione di Sephora contro il razzismo, con iniziative che vanno dalla strategia di marketing e l’aumento della diversità nell’offerta di prodotti alla formazione dei dipendenti per promuovere delle dinamiche più inclusive.

Sulla base dei risultati della ricerca degli ultimi due anni focalizzata sul problema della discriminazione vissuta nei contesti associati al mondo del  retail negli USA, il presidente e CEO di Sephora Americas Jean-André Rougeot afferma: “La verità è che da Sephora e in generale nel mondo del retail negli Stati Uniti i consumatori non vengono sempre trattati in maniera giusta”.

Dallo studio è emerso che c’è una maggiore probabilità che i consumatori neri (ma anche i dipendenti) vengano discriminati in base al colore della pelle, percependo di essere trattati in maniera diversa. A peggiorare la situazione si aggiunge la mancanza di una distribuzione equa nell’assortimento di prodotti, che porterebbe a non soddisfare le esigenze dei diversi gruppi etnici in relazione a differenti colori di pelle, tipi di corpo, età e capelli.

Partendo dunque da questi risultati è stato elaborato un nuovo piano d’azione di Sephora contro il razzismo. Tra le misure definite vi sarebbero il raddoppiamento dell’assortimento di prodotti di brand black-owned”, la creazione di programmi di formazione per aiutare i beauty advisor a comprendere come potersi approcciare meglio ai clienti e ai propri dipendenti, in aggiunta all’adozione di un sistema di accoglienza in grado di garantire un’esperienza positiva e coerente per tutti i visitatori.

Digiqole ad

Articoli correlati