Al momento riguarda il Brasile ma presto potrebbe arrivare in tutto il mondo, inclusa l’Italia. Stiamo parlando di WhatsApp Pay, servizio per i pagamenti digitali che sfrutta la popolare applicazione di messaggistica istantanea.

Il progetto è stato annunciato da parte dello stesso Zuckerberg, che ha pubblicato un post su Facebook nel quale racconta che «Il Brasile è il primo Paese in cui stiamo estendendo ampiamente i pagamenti via WhatsApp. Ne arriveranno presto altri!».

Dalle prime evidenze del lancio del servizio in Brasile, si intuisce che gli sviluppatori hanno lavorato su una duplice direzione: quella business e quella privata. WhatsApp Pay, infatti, funziona sia come metodo di pagamento fra un’azienda e un utente (dunque nella chat di un sito eCommerce che si affida a WhatsApp Business, ora il compratore può effettuare il pagamento senza dover uscire dall’applicazione), sia come metodo di scambio denaro fra persone.