“Tracce di bosco diffuso”: McCann accompagna Mutti nel suo percorso Green

 “Tracce di bosco diffuso”: McCann accompagna Mutti nel suo percorso Green

Rispetto per la natura vuol dire equilibrio tra dare e ricevere. C’è infatti chi prova a ricambiare l’offerta delle risorse del pianeta con generosità. Come Mutti, che da 120 anni porta sulle nostre tavole l’eccellenza del pomodoro 100% italiano rispettando la terra e chi la coltiva, e nello stesso tempo si impegna a restituire alla natura parte di quel valore che ogni giorno l’azienda riesce a trasformare in prodotti di qualità.

In particolare, quest’anno, la responsabilità del brand verso un ambiente più sostenibile si è espressa attraverso varie attività sul territorio. Per esempio, la piantumazione di diverse centinaia di alberi (querce e non solo) nei pressi della sede dell’azienda, che ha dato vita a un vero e proprio Bosco Diffuso Mutti. Da qui il desiderio di rendere questo bosco uno spazio virtuale, oltre che fisico, capace di uscire dai propri confini naturali, nel parmense, per lasciare tracce altrove e farsi megafono dell’impegno concreto del brand a favore della natura. Nasce così “Tracce di Bosco Diffuso” che prevede un’azione di guerrilla gardening e un progetto di public art nell’area di Milano, realtà in cui la rinaturalizzazione degli spazi metropolitani è già in atto, ma c’è ancora tanto da fare. Tutto il progetto di comunicazione è seguito e realizzato da Live, la unit di McCann Worldgroup Italia, specializzata nella creazione e sviluppo di contenuti digital e social.

Negli ultimi giorni si sono susseguiti due importanti eventi che hanno coinvolto Mutti, realizzati in collaborazione con Momentum Italia, event agency del gruppo McCann Worldgroup Italia.

A sostegno del verde pubblico, il 15 settembre scorso, è stata piantumata una quercia che contribuirà a rinverdire Piazza Foglia, tra le più frequentate di Rozzano, sede anche del Comune e di vari istituti scolastici.

A seguire, in pieno centro a Milano, in Piazza Meda, è stata realizzata un’installazione di public art, composta da 1000 piantine contenute in barattoli Mutti. Per tre giorni, dal 17 al 19 settembre, le stesse piantine sono state distribuite gratuitamente ai passanti, per fare in modo che potessero portare a casa anche loro un piccolo pezzo del Bosco Mutti. In cambio, hanno potuto lasciare un personale messaggio, dedicato alla natura e all’ambiente, nella pagina del sito Mutti dedicata, al momento ancora attiva per tutti coloro che vogliono condividere la loro riflessione per un futuro più green. Il progetto è stato amplificato con il supporto di Reprise, la performance agency di Mediabrands, che ha coinvolto la community Il Milanese Imbruttito e coordinato le attività di influencer marketing. Inoltre, per dare maggiore risonanza all’evento sono state ideate delle azioni PR specifiche.

Mutti vuole concretamente impegnarsi per la natura, arrivando a più persone possibili sorprendendole in un momento di quotidianità. Poiché nessun valore può davvero affermarsi e crescere, se non è condiviso. Il percorso di Mutti verso la sostenibilità è dunque solo all’inizio con il progetto “Tracce di Bosco Diffuso”.

Digiqole ad

Articoli correlati